Keep Calm and… be viral!

Keep Calm and… be viral!

Lo vediamo ormai da anni proposto in ogni salsa ma forse non tutti conoscono la vera storia dello slogan più (ri)utilizzato degli anni 2000.

“Keep calm and carry on” fu uno slogan lanciato in Inghilterra poco prima della seconda guerra mondiale al fine di sensibilizzare la popolazione e proporre ottimismo visti i venti di guerra che soffiavano in quel periodo. Lo slogan faceva parte di una serie di più frasi motivazionali stampate su manifesti: la leggenda narra che proprio il “keep calm” – il terzo e ultimo della serie – seppure ebbe una tiratura decisamente più importante dei precedenti non ne fu mai distribuito ufficialmente perchè l’ordine era di diffonderlo solo in caso di invasione tedesca. Ciononostante, le poche copie uscite forse per errore ebbero un buon successo in termini di quello che oggi definiremmo “engagement”. Dopo quella campagna non se ne sentì più parlare e le copie del manifesto non furono più recuperate, fino a quando nel 2012 furono ritrovate e riportate alla luce.

Per quanto piuttosto semplice la parte visuale ha sicuramente contribuito all’enorme successo del claim nella sua seconda vita, quella dei nostri giorni: il font utilizzato all’epoca fu probabilmente creato appositamente ed oggi è stato letteralmente ricostruito – potete facilmente reperirlo gratuitamente in rete.

La nuova vita di “Keep Calm” è decisamente meno nobile della prima: da messaggio motivazionale in un momento drammatico per la vita di una intera popolazione è diventato la parodia di sè stesso e il mondo del web ne fa un uso personalizzato per ogni occasione o avvenimento, tanto che esiste anche un sito e-commerce dedicato alla personalizzazione di qualsivoglia gadget personalizzabile con la propria versione del claim.

Un caso limite di quanto la semplicità possa aiutare alla diffusione di un concetto, anche se probabilmente svilito del suo senso originario.

Esistono altri casi simili a quello di “Keep Calm” probabilmente meno noti ma che meriterebbero anch’essi un’analisi più attenta per capirne i punti chiave e sfruttarli per altri progetti di comunicazione…

 

Chiudi il menu